Corso pilota Droni

 

Scuola droni riconosciuta Enac

Se hai acquistato un drone e vuoi diventare un pilota droni riconosciuto in Italia puoi affidarti alla nostra scuola droni che dal 2014 è riconosciuta da Enac.

Puoi frequentare da noi tutti I corsi per operazioni specializzate critiche e non critiche che sono formati da teoria e pratica.

Il corso droni viene svolto per il 50% in modalità di e-learning quindi dovrai venire fisicamente solo per la metà del programma e per il resto studiare comodamente da casa.

 

Normativa droni attuale

Il mondo dei droni professionali sta conoscendo uno sviluppo mai registrato prima.

Il “Mezzo Aereo a Pilotaggio Remoto” o APR ha conquistato tutti i settori delle riprese e rilevamenti aerei in tutta Italia e nel mondo.

E’ risultato quindi necessario regolare l’utilizzo di queste apparecchiature con un Regolamento specifico, redatto dall’Ente Nazionale responsabile dell’Aviazione Civile, l’ENAC.

Poiché il settore dei droni è in continua e rapidissima evoluzione, anche il regolamento deve tenersi al passo con le tecnologie, pertanto viene molto spesso aggiornato, sia dall’Ente nazionale, sia da enti superiori internazionali (EASA – European Aviation Safety Agency).

More

In particolare, su indicazione dell’Ente europeo per l’Aviazione (EASA), sono state definite le nuove procedure di Addestramento per i Piloti APR, i quali sono diventati una vera e propria figura professionale, ricercata in tutto il mondo.

L’obiettivo è di individuare dei requisiti e dei percorsi di formazione comuni per tutti i paesi che permettano alla figura del Pilota APR e delle Organizzazioni APR di avere validità anche a livello internazionale.

Le nuove procedure sono state già adottate dai maggiori Centri di Addestramento Italiani, i quali hanno provveduto ad adeguarsi ed uniformarsi.

L’ENAC si sta impegnando per validare le ultime richieste e dare il “Via Libera” ai Centri di Addestramento, i quali potranno svolgere le loro attività indicativamente a partire dal mese di Agosto.

 

I corsi di “pilota drone”

Sono previsti diversi percorsi di addestramento per Pilota APR, che si differenziano sia per tipo di drone, sia per tipo di operazione che andrà svolta. Per rendere più chiara la spiegazione, faremo riferimento al percorso che un possessore di DJI Phantom 4 deve fare per ottenere un Abilitazione per Aree Critiche

 

Il primo passaggio è quindi di scegliere il corso in base all’APR che voglio pilotare

 

Categoria scuola droni

 

Per “categoria” si intende la tipologia di drone impiegata:

 

-       AP - Ala fissa

-       HC - Elicottero

-       MC - Multirotore

-       AS - Dirigibile

 

Classe scuola droni

 

Per “classe” invece si fa riferimento al peso del drone:

 

-       VL - Very Light (da 0,3 a 4 Kg)

-       L - Light (da 4 a 25Kg)

-       H - Heavy (maggiore di 25 Kg)

 

Per fare un esempio, un DJI Phantom 4 fa parte della categoria MC e classe VL.

Passo successivo è capire quale operazione voglio andare a svolgere con il mio drone e quindi se operazioni specializzate Non Critiche o Critiche.

 

Corso drone base

il corso consiste in una parte Teorica (8+8 ore) e in una parte Pratica (30 missioni), da svolgere presso il Centro di Addestramento, che vi rilascerà, superando l’Esame Finale (Skill Test) un ATTESTATO DI PILOTA APR nella specifica categoria e classe, quindi per un Phantom 4 sarà MC-VL.

Questo attestato vi permetterà di portare TUTTI GLI APR AUTORIZZATI DI QUELLA CATEGORIA E CLASSE (quindi anche Phantom 3, Inspire, ecc.) in AREE NON CRITICHE

 

Corso drone per operazioni critiche

una volta completato il Corso Base, svolte delle missioni di volo in autonomia in aree Non Critiche, è possibile ottenere l’ABILITAZIONE PER AREE CRITICHE seguendo una parte di Teoria (6+6 ore) più specifica ed una parte di Pratica (36 missionni) caratteristica delle Operazioni in Area Critica. Questa Abilitazione sarà sempre valida per pilotare TUTTI GLI APR AUTORIZZATI DI QUELLA CATEGORIA E CLASSE (quindi anche Phantom 3, Inspire, ecc.) in AREE CRITICHE

 

Corso drone di aggiornamento dal vecchio regolamento enac sapr

Coloro che hanno invece già seguito un Corso di Pilotaggio su un APR, in base al tipo di corso seguito (se Teorico o Teorico/Pratico) dovranno svolgere la parte complementare del Corso Base e relativo Skill Test ed otterranno un equivalente ATTESTATO nella CLASSE e CATEGORIA dell’APR su cui hanno svolto il corso in precedenza.

 

Corso drone istruttore ed esaminatore

Per coloro i quali avranno accumulato una notevole esperienza di volo documentata su APR in una o più Classi e Categorie, potranno seguire intraprendere il percorso per acquisire una ABILITAZIONE DI ISTRUTTORE DI VOLO APR nella specifica categoria e classe, oppure una CERTIFICAZIONE DI ESAMINATORE APR, diventando responsabili della validazione degli esami svolti presso il proprio centro di addestramento.

 

Conversione dal vecchio attestato al brevetto drone

La conversione degli attestati prevede un percorso specifico in base a quanto già conseguito dal candidato prima della Circolare LIC – 15 del 09/06/2016:

 

per i candidati in possesso di:

 

SOLO ATTESTATO DI FREQUENZA CORSO TEORICO APR è previsto:

 

-          Un CORSO DI AGGIORNAMENTO TEORICO che deve prevedere almeno:

 

o  Insegnamento della materia NORMATIVA AERONAUTICA (4h):

 

  •   Organizzazioni ed Enti Aeronautici; fonti normative; definizioni e acronimi.
  •   Normativa italiana sull'impiego dei SAPR: gerarchia dei prodotti normativi, circolari e note esplicative;
  •   Regole dell'aria, le regole VFR, regole APR (VLOS, E-VLOS, B-LOS) Suddivisione Spazi Aerei - Papa, Romeo, Delta, NOTAM, AIP
  •   Privilegi e limitazioni dell'Attestato/Licenza di Pilota APR; doveri e responsabilità del pilota/operatore SAPR.
  •   Documenti: Manuale di Impiego, assicurazione, Log Book Pilota, Technical Log Book APR, Manuale Operativo
  •   Infrazioni e sanzioni; protezione dati e Privacy
  •   Incidenti e inconvenienti di volo: modelli di segnalazione

 

o   Verifica delle competenze tramite ESAME TEORICO:

 

  •   almeno 10 domande a risposta multipla
  •   di cui il 75% delle risposte corrette per il superamento

 

-          Un CORSO PRATICO BASE COMPLETO IN UNA CATEGORIA SPECIFICA per il conseguimento dell’Attestato di Pilota APR, composto di almeno:

 

o   ADDESTRAMENTO PRATICO DI VOLO

 

  •   almeno 30 missioni, di almeno 10 minuti l’una, articolate secondo il programma del CA

 

o   SKILL TEST o esame pratico per la verifica delle capacità:

 

  •   Una missione di almeno 10 minuti in cui andranno svolte delle manovre prestabilite, in uno specifico ordine

 

per i candidati in possesso di:

 

ATTESTATO DI FREQUENZA CORSO TEORICO E PRATICO APRè previsto:

 

-          Un CORSO DI AGGIORNAMENTO TEORICO che deve prevedere almeno:

 

o   Insegnamento della materia NORMATIVA AERONAUTICA (4h):

 

  •   Organizzazioni ed Enti Aeronautici; fonti normative; definizioni e acronimi.
  •   Normativa italiana sull'impiego dei SAPR: gerarchia dei prodotti normativi, circolari e note esplicative;
  •   Regole dell'aria, le regole VFR, regole APR (VLOS, E-VLOS, B-LOS) Suddivisione Spazi Aerei - Papa, Romeo, Delta, NOTAM, AIP
  •   Privilegi e limitazioni dell'Attestato/Licenza di Pilota APR; doveri e responsabilità del pilota/operatore SAPR.
  •   Documenti: Manuale di Impiego, assicurazione, Log Book Pilota, Technical Log Book APR, Manuale Operativo
  •   Infrazioni e sanzioni; protezione dati e Privacy
  •   Incidenti e inconvenienti di volo: modelli di segnalazione

 

o   Verifica delle competenze tramite ESAME TEORICO:

 

  •   almeno 10 domande a risposta multipla
  •   di cui il 75% delle risposte corrette per il superamento

 

-          In base alla categoria a cui appartiene l’APR di cui viene Attestata la frequenza di un Corso Pratico, per il conseguimento dell’Attestato di Pilota APR in quella categoria, viene richiesto:

 

o   SKILL TEST o esame pratico per la verifica delle capacità:

 

  •   Una missione di almeno 10 minuti in cui andranno svolte delle manovre prestabilite, in uno specifico ordine

 

per i candidati in possesso di:

 

DICHIARAZIONE DI IDONEITA’ AL PILOTAGGIO rilasciata dall’operatore o dal costruttore è previsto:

 

-          Un CORSO DI AGGIORNAMENTO TEORICO che deve prevedere almeno:

 

o   Insegnamento della materia NORMATIVA AERONAUTICA (4h):

 

  •   Organizzazioni ed Enti Aeronautici; fonti normative; definizioni e acronimi.
  •   Normativa italiana sull'impiego dei SAPR: gerarchia dei prodotti normativi, circolari e note esplicative;
  •   Regole dell'aria, le regole VFR, regole APR (VLOS, E-VLOS, B-LOS) Suddivisione Spazi Aerei - Papa, Romeo, Delta, NOTAM, AIP
  •   Privilegi e limitazioni dell'Attestato/Licenza di Pilota APR; doveri e responsabilità del pilota/operatore SAPR.
  •   Documenti: Manuale di Impiego, assicurazione, Log Book Pilota, Technical Log Book APR, Manuale Operativo
  •   Infrazioni e sanzioni; protezione dati e Privacy
  •   Incidenti e inconvenienti di volo: modelli di segnalazione

 

o   Verifica delle competenze tramite ESAME TEORICO:

 

  •   almeno 10 domande a risposta multipla
  •   di cui il 75% delle risposte corrette per il superamento

 

-          In base alla categoria a cui appartiene l’APR di cui viene Dichiarata idoneità al pilotaggio, per il conseguimento dell’Attestato di Pilota APR in quella categoria, viene richiesto:

 

o   ADDESTRAMENTO PRATICO DI VOLO

 

  •   Almeno 6 missioni di volo, di almeno 10 minuti l’una

 

o   SKILL TEST o esame pratico per la verifica delle capacità:

 

  •   Una missione di almeno 10 minuti in cui andranno svolte delle manovre prestabilite, in uno specifico ordine

 

Scuola di pilotaggio droni riconosciuta Enac

Elite Consulting srl
Via Ercolano Salvi 18
00143 – Roma

Telefono 0621127096 – digitare l’opzione corso droni ed autorizzazioni Enac