Come utilizzare al meglio i filtri ND dei droni DJI

Pubblicato : 22/03/2017 17:43:37
Categorie : Notizie

Per avere delle foto definite, soprattutto in termini di luminosità, segui questi semplici passaggi e potrai avere delle immagini più fluide e nitide.

Se stai scattando delle foto di notte con un drone DJI e camera stabilizzata, è più facile ottenere l’effetto lunga-esposizione.

Imposta una bassa velocità di shutter e premi il pulsante di scatto, ogni soggetto in movimento illuminato, come ad esempio i veicoli, risulterà sotto forma di scie luminose.

dii-termini-di-luminosità

Per foto scattate durante il giorno, invece, si potrebbe correre il rischio di sovraesporre l’inquadratura. Ciò può accadere riducendo la velocità di shutter e allo stesso tempo impostando apertura e ISO bassi…e qui entrano in gioco i filtri ND.

Un filtro a Densità Neutrale (Neutral-Density) riduce la quantità di luce che entra nell’obiettivo della camera.

In presenza di forte luce solare, un filtro ND permette ai fotografi di avere maggiore libertà nel selezionare l’apertura e la velocità di shutter per evitare la sovra-esposizione.

dji-mavic-filtri-nd

La foto che trovi di seguito è stata scattata con il Phantom 4 Pro e con la più bassa ISO e la minore apertura. In questo caso, se si dovesse ridurre la velocità di shutter, si rischierebbe una sovra-esposizione.

dji-la-foto-scattata-con-il-drone

Con i filtri ND della DJI, è possibile ridurre la quantità di luce che entra nell’obiettivo. Con un filtro ND16, ad esempio, e con una velocità di shutter di 1 secondo o più, l’immagine risulterà così:

dji-filtro-nd16

Come puoi vedere, le onde sono più distese e morbide.

I filtri ND possono essere anche usati per avere immagini più belle dei paesaggi urbani.

La foto che trovi di seguito è stata scattata con una velocità di shutter relativamente elevata, risultando un po’ innaturale e rigida. I veicoli e le persone si muovono, ma l’effetto “motion blur” o “mosso” è quasi impercettibile.

dji-la-foto-l'effeto-motion-blur

Con un filtro ND, è possibile allungare la velocità di shutter e realizzare dei motion blur, effetto che consente di avere foto che danno l’impressione del movimento, come quella che trovi di seguito:

 dji-filtri-nd

DJI distribuisce tre tipologie di filtri ND che si distinguono in base alla quantità di luce che riescono a ridurre.

  • Filtro ND4: riduce la luce di 1/4 e fino a 2 stop, permettendo di diminuire la velocità di shutter da 1/100s a 1/25s.
  • Filtro ND8: riduce la luce di 1/8 e fino a 3 stop, permettendo di diminuire la velocità di shutter da 1/200s a 1/25s.
  • Filtro ND16: riduce la luce di 1/16 e fino a 4 stop, permettendo di diminuire la velocità di shutter da 1/400s a 1/25s.

Prendiamo ad esempio un’immagine realizzata da un Phantom 4 Pro. Questo screenshot è stato scattato con un filtro ND, un ISO di 100, un’apertura di F2.8 e una velocità di shutter di 1/200 secondi.

 dji-phantom-4-pro-iso-100

Di seguito invece uno screenshot effettuato con il filtro ND16, con ISO e apertura uguali a quelli del primo screenshot, e velocità di shutter a 1/12.5 secondi.

dji-phantom-4-pro-filtro-nd16

Se avessi utilizzato un filtro ND più debole, non avresti raggiunto lo stesso livello di motion blur.

Invece, se avessi utilizzato un filtro ND più forte, l’immagine sarebbe stata sotto-esposta, poiché sarebbe stata ridotta troppa luce e di conseguenza avresti dovuto aumentare l’ISO.

Scegliere il filtro ND giusto, dipende dalla quantità di luce e dall’effetto che vuoi raggiungere.

Ti preghiamo di considerare che DJI raccomanda solo filtri ND ufficiali DJI, poiché sono stati progettati specificamente per non appesantire la gimbal e ostacolarne i movimenti.

S.Dragone

Condividi questo contenuto

Devi essere registrato

Clicca per registrarti

Aggiungi un commento